Claudio Dell'Era

Trasformazioni nel Design Thinking: diffusione, rilevanza e competenze

Speech

Accademici e professionisti hanno significativamente riconosciuto il ruolo centrale che il design può svolgere nell'innovazione. Il Design Thinking, in particolare, si sta diffondendo rapidamente nella pratica e nell'interesse delle organizzazioni. In particolare sta assumendo una rilevanza in quei settori in cui la trasformazione digitale richiede nuove competenze per lo sviluppo di esperienze digitali piacevoli. Le incredibili opportunità offerte dalle tecnologie digitali consentono infatti di accedere a una quantità senza precedenti di nuove soluzioni. Di conseguenza, in un mondo sovraffollato di idee, il valore deriva da un diverso tipo di innovazione. Il Creative Problem Solving costituisce l’approccio al Design Thinking maggiormente diffuso tanto che oltre l’80% delle società di consulenza italiane ne evidenziano la presenza nel proprio portafoglio. Ecco si propone di sviluppare idee migliori per risolvere problemi esistenti. L’Innovation of Meaning si propone al contrario di ridefinire i problemi da affrontare. Il processo di progettazione di nuovi significati è completamente diverso, anche in contrasto con il processo di progettazione di una nuova soluzione. Tale paradigma, per ora adottato da un numero contenuto di società di consulenza italiane (16%), può offrire degli spunti e delle suggestioni anche nell’ambito dell’usabilità, interpretata non solo come concetto funzionale, ma anche emozionale e simbolico.

Bio

Claudio Dell’Era è Professore Associato presso la School of Management del Politecnico di Milano, dove ha co-fondato LEADIN’Lab, il Laboratorio di LEAdership, Design e INnovation ed è Direttore dell’Osservatorio Design Thinking for Business. Claudio Dell’Era svolge attività di ricerca nel campo della gestione dell’innovazione. In particolare, i suoi studi si focalizzano su tre filoni di ricerca: il primo si concentra sulle strategie d’innovazione in settori design-intensive dove gli aspetti semantici, valoriali, culturali ed emozionali dei prodotti costituiscono una leva fondamentale nella creazione di vantaggio competitivo (Innovazione di Significato), il secondo analizza le sinergie tra innovazione tecnologica e di significato (Sinergie tra Innovazione Tecnologica e di Significato), mentre il terzo investiga i nuovi paradigmi collaborativi con cui le imprese gestiscono i processi di innovazione (Innovazione Collaborativa).