Paolo Ciuccarelli

Design e dati: cinque prospettive

Speech

Il dato è come un (nuovo) materiale nelle mani del design. Come per tutti gli altri materiali può avere senso solo rispetto ad un utente, un contesto, un obiettivo. Il senso dunque non è nei dati, lo si costruisce - tecnicamente e culturalmente: si dice sense making non per caso.

Il design è disciplina fondamentale nella costruzione di senso e nella abilitazione di esperienze significative, rilevanti. Nello speech propongo cinque prospettive per sottolineare altrettanti possibili contributi che il design può (e deve) portare nella società dei dati: il design dei dati, il design per i dati, il design con i dati, il design sul dato, il design come dato.

Bio

Professore Associato del dipartimento di Design del Politecnico di Milano, coordinatore del Corso di Studi in Design della Comunicazione, fondatore e direttore scientifico del laboratorio di ricerca DensityDesign dove si progettano e sviluppano interfacce per l’accesso e la gestione di insiemi eterogenei di dati relativi a fenomeni complessi. E’ co-editor del journal “Big Data and Society” (SAGE) e research fellow in Fondazione ISI.